[Italiano]

In less than an hour the NYC Marathon will unroll and thousands of runners from all around the world will take over the streets of the five boroughs.
This year edition possibly has one of the best fields to have ever competed, from Haile Gebrselassie to Meb Keflezighi and Simon Bairu, Dathan Ritzenheim: the field’s so wide, it’s almost impossible to remember all the pro athletes. The women race will not see Paula Radcliffe, but it’s expected to be an amazing show with runners of the like of Salina Kosgei, Derartu Tulu, Mara Yamauchi and Shalane Flanagan.
But, in New York, the pro’s are only half of the race, with my buddy Will, who’ll try to break 4 hours, and thousands of people following their steps, many of whom flew to New York, probably for the first time, from the four corners of the world (this aspect was kind of missing in Chicago, which gave me the impression to be a more “American” marathon). Being US one of the few remaining countries using the British system, racing here could be a little confusing: multiplying or dividing for 1.609 on the fly is not an easy task, especially while running. I made a little widget to convert paces from minutes per mile to minutes per km, and vice versa:
(because of WordPress.com security policies, I can’t embed the javascript on my blog: by clicking on the image below you’ll be redirected to the Wolfram|Alpha website where the widget is hosted.)

Simple tool to convert paces min/mi ↔ min/km


[Italiano] L’anno scorso mi aveva stupito la quantità di italiani presenti alla New York City Marathon, ed anche quest’anno a Chicago mi sono reso conto che l’Italia condivide una passione estesa per la maratona. Non credo che me ne sia accorto perché, come italiano, presto più attenzione a gente che parla in italiano; credo piuttosto che per una qualche, ineffabile ragione l’Italia ami correre. Od almeno questo preferisco crederlo.
Sia a Staten Island aspettando l’inizio della NYC Marathon 2009, sia sulle strade di Chicago un mese fa, m’ero messo a parlare con qualcuno dei runners italiani. Vivendo negli Stati Uniti, mi si chiedeva di come fosse vivere qui, come fosse il tempo, ma soprattutto di cosa siano le miglia: gli Stati Uniti hanno provato per decenni a convertirsi al sistema metrico, ma l’opposizione campanilistica per il sistema britannico è troppo forte — forse un giorno riusciranno ad usare il metro, ma per ora le distanze, ed in particolare i markers in maratone e simili, sono in miglia. Dopo un po’ uno ci si abitua a pensare in minuti per miglia, ma sicuramente non in un paio d’ore e soprattutto non durante una gara. La conversione non è banale con quel fattore di 1.609, che in molti approssimano a 1.5, ma 100m ogni miglio è un errore troppo grande, specie quando di miglia se ne corrono 26. Per questo ho creato su Wolfram|Alpha una widget per convertire da minuti/miglia a minuti/km, e viceversa.
(WordPress.com non mi permette di aggiungere widgets scritte in java, per cui cliccando sull’immagine sopra si viene reindirizzati al sito dove la widget è ospitata.)