[Italiano]

Don’t you ever miss Bushisms now that Obama is in the third year of his first term? Italy is here to help!

You may have already heard of the OPERA experiment that claims to have found neutrinos traveling faster than light; it would be a pretty serious headache for particle physics, were the experiment confirmed. (I personally doubt it will, and suspect some systematic was not accounted for; in the next days, I will try to find time to read the “official” paper which is freely available on the arXiv.)
This morning the Italian social media was in a frenzy for the official press release (the cowards purged it from their site) from the Italian Minister of Education, Universities and Research, Mariastella Gelmini, wherein they call for epochal victories and claim a tunnel was built between the CERN in Geneva and Gran Sasso near Rome. The experiment has to be confirmed and reproduced elsewhere before calling for victories and the bit about the tunnel being built is so laughable — neutrinos travel through solid rock like light through a clear glass, actually even better — that it would have been a shame to to leave the press release in Italian and to not share it with the world at large: here’s my translation (the original is written in the affected formal Italian which is difficult to render in English)

I would like to applaud and to communicate my most sincere congratulations to the authors of a historical experiment. I am profoundly grateful to all the Italian researchers who had contributed to an event that will change the shape of modern physics.
The crossing of the speed of light limit is a momentous victory for the scientific research on Earth.

To the construction of the tunnel between the CERN and the Gran Sasso laboratories, through which the experiment has taken place, Italy contributed with an appropriation of around 45 millions euro.

Moreover, today Italy supports CERN with absolute conviction, with an allocation of more than 80 millions euro a year and the events we are living confirm to us that this is a wise and far-sighted choice.

To infinity ... and beyond! - ©Disney


Strano ma vero, nessuno mi ha chiesto la mia opinione riguardo alla “scoperta” che i neutrini viaggiano più veloci della luce. Einstein aveva torto!

Metto le virgolette su scoperta e sorrido per non piangere ad affermazioni come conferma ufficiale da parte de La Repubblica: l’esperimento deve essere ancora confermato e per poter confermare un esperimento bisogna che il risultato sia riprodotto. Avete idea di quante volte ci sono risultati bizzarri da un singolo esperimento che poi vengono scartati perché non vengono riprodotti o si trovano delle cause (errori sistematici) che modificano il risultato dell’esperimento?
Ci sono dei canali ufficiali per risultati scientifici e passare dalla stampa è stupido ed inutile, perché — senza offesa — in pochi capiscono il problema ed il risultato. (Tra parentesi, l’articolo del risultato è sull’archivio.) Ogni volta che un ricercatore va alla stampa prima di “passare per la porta stretta della scienza” metto a priori in dubbio il suo risultato.

Una piccola gemma della Gelmini è ovviamente il comunicato stampa (i codardi l’hanno rimosso come Stalin con Trotsky) che parla in retorica fascista di vittorie epocali e della costruzione di un tunnel dal CERN di Ginevra al Gran Sasso; questo è quello che si ottiene lasciando il paese a persone più preoccupate di non andare a finire in prigione.

Rivolgo il mio plauso e le mie più sentite congratulazioni agli autori di un esperimento storico. Sono profondamente grata a tutti i ricercatori italiani che hanno contribuito a questo evento che cambierà il volto della fisica moderna.
Il superamento della velocità della luce è una vittoria epocale per la ricerca scientifica di tutto il mondo.

Alla costruzione del tunnel tra il CERN ed i laboratori del Gran Sasso, attraverso il quale si è svolto l’esperimento, l’Italia ha contribuito con uno stanziamento oggi stimabile intorno ai 45 milioni di euro.

Inoltre, oggi l’Italia sostiene il CERN con assoluta convinzione, con un contributo di oltre 80 milioni di euro l’anno e gli eventi che stiamo vivendo ci confermano che si tratta di una scelta giusta e lungimirante”.